Palermo è una città bellissima, con una storia stratificata che nel corso degli anni ha subito influenze da tantissime popolazioni e questo ha portato inevitabilmente ad un enorme patrimonio artistico e culturale: coi suoi 660 mila abitanti – seconda città più popolosa del Sud Italia dopo Napoli – il capoluogo della Sicilia si affaccia sul Mar Tirreno in mezzo alla Conca d’Oro.

Per chi ha voglia e la possibilità di scoprire tutto il fascino di Palermo durante una vacanza, ecco qualche suggerimento sui quartieri migliori in cui alloggiare.

Dove dormire a Palermo: le zone e gli hotel

Dormire nel Centro storico

Il cuore di Palermo è il suo centro storico, traboccante di testimonianze artistiche di immenso pregio, tanto da essere inserito dall’Unesco, nel 2015, tra i siti Patrimonio dell’Umanità. Qui si possono trovare sistemazioni per dormire e muoversi alla scoperta dei più bei monumenti cittadini tra cui:

  • Chiesa Cattedrale di Palermo;
  • Palazzo dei Normanni;
  • dai Quattro Canti – la piazza ottagonale;
  • Chiesa della Martorana.

Tutti raggiungibili entro un raggio di 15-20 minuti a piedi. E, naturalmente, spazio anche ai sapori siciliani, da gustare fra le bancarelle dei mercati, come Ballarò o la Vucciria.

Dormire nella zona Kalsa (o Tribunali)

La zona Kalsa è situata nel centro storico della città ed è uno dei quattro rioni storici Palermo, come già testimonia l’origine araba della sua denominazione. Noto in città anche come quartiere Tribunali (per la presenza, in passato, del tribunale dell’Inquisizione), è una zona molto viva, oggi interessata da una forte ripresa a livello sociale e culturale dopo un lungo periodo di degrado.

Sono molte le opportunità per dormire a La Kalsa, viste anche le tante attrazioni da scoprire nel quartiere: giusto per citarne alcune:

  • la Chiesa di Santa Maria dello Spasimo;
  • Palazzo Abatellis con la Galleria Regionale della Sicilia;
  • la Fontata del Genio.

Dormire a Castellammare (o Loggia)

Un’altra zona molto comoda per visitare il centro di Palermo è Castellammare. Noto anche come La Loggia, questo quartiere si sviluppa tra l’antico porto cittadino e il mercato della Vucciria e deve il suo nome all’antica fortificazione araba di cui ancora si possono scorgere i resti.

Castellammare è una zona dall’atmosfera davvero particolare: vicoli stretti si alternano a vie ricche di palazzi e monumenti, fino allo sguardo sul Tirreno che si può godere dalla Marina.

Dormire a Politeama

Appena aldilà dei quartieri più antichi del centro di Palermo, la zona che si sviluppa intorno al Teatro Politeama, storico polo culturale della città, è una delle più gettonate in cui alloggiare, vista anche la presenza di numerose strutture alberghiere.

Si tratta di un quartiere di impostazione ottocentesca, con viali alberati e palazzi eleganti, ricco di negozi e locali in cui trascorrere del tempo, ma in ogni caso vicino al centro e alle sue meraviglie artistiche. 

Dormire a Mondello

Se l’idea di trascorrere una vacanza a Palermo non può prescindere da un soggiorno al mare, Mondello è il luogo ideale in cui dormire: la spiaggia più bella della città è una località ad alta vocazione turistica e può essere raggiunta sia in auto sia coi mezzi pubblici.

La splendida spiaggia stretta fra i due promontori di Monte Pellegrino e Monte Gallo, le ville in stile liberty e i tanti locali che la animano fanno di Mondello la cornice perfetta per una gita a Palermo e dintorni.

[Voti: 2   Media: 5/5]

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata