Barcellona è uno dei centri della movida spagnola, punto di ritrovo per giovani di tutto il mondo. Amanti della vita notturna, ma anche appassionati d’arte, del buon cibo e del mare trovano in questa città un’atmosfera frenetica e sempre al passo con le novità del momento. Se anche voi state pianificando il vostro prossimo viaggio nel capoluogo della Catalogna, vi proponiamo una mini guida ai suoi quartieri storici e ai migliori posti dove dormire.

Dove dormire a Barcellona: le migliori zone

Ciutat Vella

Ciutat Vella – città vecchia in italiano – è la parte storica di Barcellona dove a due passi da Plaça de Catalunya e il porto della città. Al suo interno ci sono aree e quartieri molto diversi, tra cui i noti La Rambla, il Barrio Gotico, El Born e Raval.

La Rambla

Nonostante non si possa considerare un vero quartiere, la Rambla è considerata universalmente il punto focale di tutta Barcellona. Questa lunghissima strada dritta collega centralmente i quartieri di maggior interesse turistico. Nelle lunghe passeggiate su questo viale incontrerete folklore, movida, negozi di alta moda, le grandi opere di Gaudí, ma che tradizione e lusso. Il cuore pulsante di tutta Barcellona attira turisti di ogni genere e allorggiare nelle immediate vicinanze potrebbe rivelarsi piuttosto dispendioso. Vi suggeriamo di cercare B&B o appartamenti per poter godere al massimo di questa zona, senza spendere una fortuna.

Quartiere Gotico

Arroccato nella parte più interna della città, il quartiere gotico rappresenta il primo insediamento d’origine di Barcellona. La “città vecchia” si articola lungo stradine in salita, spesso acciottolate e ricche di fascino, con palazzi dall’architettura antica e dall’atmosfera che ricorda tempi lontani. In questi quartiere potrete prendervi una pausa dal caos e dalla movida cittadina e fare anche ottimi affari. Ristoranti, caffè, alberghi e negozi hanno prezzi mediamente più bassi rispetto ai quartieri più in voga. Vi godrete così una vacanza di relax, immersi nella storia e salvaguardando il portafoglio.

Barceloneta

Per chi sceglie di godere del mare della città catalana, il quartiere Barceloneta potrebbe essere il più indicato. Situata all’estremità della Rambla, questa zona affaccia direttamente lungo la costa. Nonostante non sia di grande importanza artistica, la zona di Barceloneta é un ottimo compromesso tra vacanza di relax, adatta anche alle famiglie con bambini piccoli, è una vacanza culturale: i musei e le maggiori attrazioni sono raggiungibili in 10-15 minuti. I prezzi della zona sono molto variabili, ma il clima mite della città offre la possibilità di poter godere di questa zona anche in periodi dell’anno meno turistici.

Gràcia

Gràcia è la zona autentica di Barcellona, dove è rimasto intatto il fascino della capitale spagnola.

Montjuic

Nel quartiere più collinare di tutta Barcellona potrete vivere un’esperienza davvero unica. Lontano dal centro più modaiolo della città e raggiungibile con la metropolitana, Montjuic vi catturerà con i suoi palazzi arroccati lungo le strade in salita: la camminata sotto il sole sarà ripagata sicuramente da una delle viste più belle su tutta la città. Gli amanti dell’arte troveranno poi qui la Fondazione Mirò con una delle più grandi collezioni al mondo del celebre artista. La distanza dal centro della città rende Montjuic anche una zona più economica in cui pernottare.

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

A proposito dell'autore

Siamo in viaggio da più di 10 anni e viaggiamo sempre. Sia per lavoro che per vacanza. Non abbiamo un posto fisso dove stare, quando ci stufiamo facciamo le valigie e partiamo alla scoperta di luoghi nuovi. Vogliamo condividere i nostri consigli per alloggiare in modo strategico sia in Italia che in Europa.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata