La città di Catania viene spesso riconosciuta nelle fotografie grazie al monte Etna che si erge sullo sfondo: la cima innevata del vulcano, ancora oggi attivo, e il mare Mediterraneo che bagna la città sul lato opposto creano un piacevole nonché particolare contrasto, che rende questa città un vero simbolo della Sicilia. Catania fu fondata dai Greci nel 729 A.C., dunque si può immaginare l’immensa quantità di reperti storici e culturali che la città custodisce, come frutto delle innumerevoli dominazioni che vi sono passate nel corso dei secoli. Lo stile che però caratterizza maggiormente la città odierna è quello settecentesco, chiamato per la precisione Barocco Siciliano, il quale fa parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO, proprio come i Sassi di Matera e il centro città di Napoli.

L’aspetto artistico-culturale, unito a quello paesaggistico-naturale dell’Etna e della meravigliosa costa orientale della Sicilia, fa di Catania una meta turistica molto apprezzata: sulla base dei propri interessi, è bene sapere quali sono le zone pernottare.

Vediamo in dettaglio le migliori zone dove alloggiare a Catania

Dormire nel Centro storico

Il centro storico di Catania è piuttosto vasto, anche per via dei numerosi palazzi storici che costellano l’intera area centrale della città. Effettivamente però, viene considerato “centro storico” tutta quella zona che si estende intorno alla Via Etnea, la più popolare della città e dove si trovano anche molti negozi e locali. Lungo questa via ci si imbatte in alcune delle principali attrazioni di Catania, tra cui:

  • la Fontana dell’Elefante;
  • la Piazza del Duomo;
  • l’Anfiteatro Romano.

Alloggiare in questa zona, che tra le altre cose è ben servita dal trasporto pubblico (bus e metropolitana), ha un costo relativamente ridotto considerata la posizione: una camera doppia si aggira infatti intorno ai 100 euro a notte.

Dormire nel Centro città

Il centro della città è naturalmente poco distante dal centro storico, e le strade principali che li collegano sono Via Vittorio Emanuele e Via Garibaldi: intorno a queste due importanti vie molto trafficate, si trovano Porta Garibaldi, il Teatro Romano, e poco più a sud il Castello Ursino, un affascinante castello del XIII secolo che fu a lungo la residenza dei sovrani aragonesi.

  • Gli hotel in quest’aera possono rivelarsi più economici rispetto a quelli del centro storico, tanto che spesso arrivano a costare addirittura la metà, però va tenuto in considerazione il traffico e il rumore che caratterizzano questa zona!

Dormire a Corso Italia e Corso Sicilia

Se preferite soggiornare invece in zone più quiete e silenziose, e quindi meno vive durante la notte, scegliete un hotel nell’area a est del centro storico, precisamente intorno a Corso Sicilia o a Corso Italia. La prima è molto vicina al centro e anche alla Stazione Catania Centrale, mentre la seconda comincia ad essere piuttosto distante dal centro nel caso ci si muova a piedi, seppure sia ben collegata dal trasporto pubblico.

  • Una camera doppia in queste zone costa intorno ai 70 euro a notte.

Dormire nel Lungomare

Nel caso in cui prediligete una sistemazione vista mare, ma comunque in una località vivace della città, la zona del lungomare che si estende a nord della stazione ferroviaria di Catania Europa, si rivela sempre un’ottima soluzione. Questa parte di Catania dista circa 30 minuti a piedi dal centro storico, e se la sera è una zona molto frequentata, ricca di locali e ristoranti.

  • Essendo una meta turistica, i prezzi qui lievitano leggermente, soprattutto in alta stagione, superando spesso i 100 euro a notte per una camera doppia.
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

A proposito dell'autore

Siamo in viaggio da più di 10 anni e viaggiamo sempre. Sia per lavoro che per vacanza. Non abbiamo un posto fisso dove stare, quando ci stufiamo facciamo le valigie e partiamo alla scoperta di luoghi nuovi. Vogliamo condividere i nostri consigli per alloggiare in modo strategico sia in Italia che in Europa.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata